Spazio pubblicitario
Tre aziende all’avanguardia nel cambiamento positivo e dove trovarle
Investimento ESG

Tre aziende all’avanguardia nel cambiamento positivo e dove trovarle

Uno dei modi migliori per aderire ai principi ESG è quello di cercare le aziende che vanno al di là dei peers per sostenere un cambiamento positivo.
Imagen del autor

15 APR, 2024

Di COMGEST

featured
Convidivi
LinkedInLinkedIn
TwitterTwitter
MailMail

AUTORE: Louis Citroen, Portfolio Manager del fondo Comgest Growth America di Comgest

I fattori ESG promettevano una combinazione armoniosa di redditività e responsabilità e gli investitori erano attratti dal fascino di allineare i loro portafogli a questi criteri. Tuttavia, ora stiamo assistendo a un contraccolpo che ha spento parte di questo splendore. Gli investitori sono preoccupati per il greenwashing e manca un quadro universale per la valutazione e la divulgazione delle metriche ESG. Uno dei modi migliori per aderire ai principi ESG è quello di cercare le aziende che vanno al di là dei peers per sostenere un cambiamento positivo. Per questo continuiamo a focalizzarci sulle aziende che sono all'avanguardia nel cambiamento sociale ed economico.

Abbiamo un occhio di riguardo per quelle che, a nostro avviso, sono aziende a volte sottovalutate che operano al di sopra di tutti gli altri, seguendo una chiara risolutezza e aderendo a pratiche sostenibili che favoriscono il successo finanziario a lungo termine. Tre esempi sono il gigante della vendita al dettaglio Costco, la società di logistica J.B. Hunt e l'azienda farmaceutica Eli Lilly.

Sia Costco che J.B. Hunt si prendono cura in modo eccezionale dei propri dipendenti e ne fanno un vantaggio competitivo fondamentale. Con quasi 250 miliardi di dollari di vendite, Costco è il terzo rivenditore al mondo dopo Amazon e Walmart. La società paga i suoi dipendenti statunitensi 27 dollari all'ora, il 60% in più rispetto alla media del settore. Oltre a ciò, offre ottimi benefit, come la copertura sanitaria e i piani pensionistici, opportunità di formazione e di avanzamento di carriera. Di conseguenza, il turnover dei dipendenti è del 10%, uno dei più bassi nel settore della vendita al dettaglio, dove è più vicino al 30%. Ciò consente a Costco di trattenere il personale migliore, che a sua volta ottimizza la qualità del servizio per i clienti e facilita la crescita futura. Le buone condizioni di impiego e di lavoro sono elementi chiave del modello di fidelizzazione unico di Costco e si traducono in quello che sembra essere un tasso di fidelizzazione dei soci in costante miglioramento. Si tratta di un aspetto fondamentale, in quanto la società ottiene la maggior parte del ricavato dagli abbonamenti, scegliendo di mantenere una varietà limitata di prodotti e di applicare ad essi un margine di guadagno minimo per garantire le migliori offerte ai suoi soci.

J.B. Hunt è un'azienda di logistica americana con il motto "Founded by a Driver, For Drivers". Il fondatore Johnnie Bryan Hunt era un autotrasportatore che conosceva in prima persona le sfide e le esigenze del lavoro: orari lunghi, periodi di lontananza dalla famiglia e un ambiente di lavoro difficile. Per questo ha deciso di offrire compensi competitivi, politiche favorevoli agli autisti e un approccio orientato alla sicurezza. Questo è un aspetto fondamentale per il reclutamento in un settore ad alto tasso di posti vacanti. Solo negli Stati Uniti c'è un'enorme carenza di 80.000 autisti di camion, che raddoppierà entro il 2030. L'azienda genera quasi il 50% delle sue entrate con il trasporto intermodale, in cui i container vengono trasferiti dai camion ai treni. Inizialmente ideato per risparmiare sui costi per i clienti, il trasporto intermodale è più economico del 30-40% rispetto ai camion ed emette il 60% in meno di CO2, con conseguenti vantaggi ambientali. JB Hunt ha recentemente annunciato l'intenzione di aumentare la propria capacità intermodale del 50% entro il 2027. Riteniamo che questa mossa offra a JB Hunt un elevato potenziale di crescita, dato che attualmente il trasporto intermodale movimenta solo il 4% dei carichi a lungo raggio.

Eli Lilly è un'azienda farmaceutica di 150 anni di storia con una lunga tradizione di cambiamenti positivi. 100 anni fa ha iniziato a vendere la prima insulina disponibile in commercio negli Stati Uniti, consentendo ai pazienti diabetici di sopravvivere a quella che all'epoca era una malattia mortale. Oggi siamo alla vigilia di un cambiamento potenzialmente simile nella lotta contro l'obesità. Il farmaco Zepbound, unico nel suo genere, è un GIP/GLP-1 che consente una perdita di peso media del 23% nei pazienti obesi.

L'obesità è una pandemia globale che colpisce 800 milioni di persone in tutto il mondo. Più del 40% degli adulti statunitensi è obeso e questo costa agli Stati Uniti quasi 150 miliardi di dollari all'anno, una cifra destinata ad aumentare in quanto l'obesità è collegata ad altri 250 problemi di salute. Con il farmaco di Eli Lilly, questa spesa potrebbe essere notevolmente ridotta, liberando fondi da investire nella ricerca contro altri problemi di salute. Eli Lilly e il concorrente Novo Nordisk possono trarre vantaggio da un mercato che potrebbe potenzialmente generare più di 100 miliardi di entrate all'anno e sono potenti promotori di un cambiamento positivo per la società.

È difficile sapere dove cercare i leader ESG, viste le polemiche sul greenwashing, i rating e così via, ma trovare delle società in grado di promuovere un cambiamento positivo motivate e impegnate è un buon punto di partenza.

Spazio pubblicitario