Spazio pubblicitario
Nuveen completa l’acquisizione di Arcmont
Società di investimento

Nuveen completa l’acquisizione di Arcmont

Imagen del autor

6 MAR, 2023

Di Teresa M. Blesa di RankiaPro

featured
Convidivi
LinkedInLinkedIn
TwitterTwitter
MailMail

Nuveen, l’investment manager di TIAA, ha completato con successo l'acquisizione di una quota di controllo in Arcmont Asset Management, uno dei principali gestori europei di investimenti in private debt.

L'acquisizione di Arcmont amplia l’expertise e la presenza di Nuveen nel private capital in Europa e integra le competenze di Churchill Asset Management, specialista nordamericano di investimenti in private debt e private equity. Dalla combinazione delle competenze di Arcmont e Churchill nasce Nuveen Private Capital, uno dei maggiori gestori globali di private debt, con un totale di oltre 66,5 miliardi di dollari di capitale impegnato. Gli AUM nel credito alternativo di Nuveen arrivano a raggiungere così i 178 miliardi di dollari1.

quote

“Negli ultimi dieci anni, Arcmont è diventata una delle principali società di private debt in Europa3, fornendo soluzioni di finanziamento per un'ampia gamma di aziende, settori e mercati, ed è uno dei pochi operatori con le capacità di eseguire transazioni di grandi dimensioni. Arcmont e Churchill lavoreranno in partnership acquisendo entrambe maggiore copertura geografica e la capacità di offrire una gamma più ampia di prodotti e opzioni di finanziamento alle aziende. Questo ampliamento delle nostre expertise nei mercati privati ci consente di supportare i nostri clienti nel raggiungimento dei loro obiettivi di diversificazione del portafoglio".

William Huffman, Head of Nuveen Equity & Fixed Income e Presidente di Nuveen Private Capital.

Arcmont e Churchill continueranno ad essere gestite dai rispettivi management team e ad operare con i rispettivi nomi e marchi, beneficiando delle notevoli risorse, competenze e capacità di distribuzione di Nuveen. Con oltre 240 professionisti dell'investimento, Arcmont e Churchill insieme serviranno circa 600 investitori istituzionali e family office. 5

Spazio pubblicitario