Spazio pubblicitario
Dove investire nel secondo semestre del 2023?
Consulenza finanziaria

Dove investire nel secondo semestre del 2023?

Vi mostriamo quali sono gli asset che offrono le migliori opportunità di investimento per la seconda metà dell’anno, con l’aiuto dei gestori di fondi.
Imagen del autor

24 LUG, 2023

Di RankiaPro

featured
Convidivi
LinkedInLinkedIn
TwitterTwitter
MailMail

Il primo semestre dell'anno non è stato privo di turbolenze e tutto lascia pensare che anche la seconda parte dell'anno sarà caratterizzata dall'incertezza. Di fronte a questa incertezza dei mercati finanziari, abbiamo voluto scoprire in prima persona cosa ne pensano gli esperti.

Abbiamo chiesto ai gestori di fondi di Allianz Global Investors, Amundi, Carmignac e Federated Hermes, che hanno fatto luce sulla situazione e ci hanno dato un'idea più precisa di dove investire nella seconda metà del 2023.

Dove investire nel secondo semestre del 2023?

Società di gestione Prospettive di investimento per la seconda parte del 2023
Allianz Global Investors
  • La seconda metà dell'anno potrebbe essere piuttosto convulsa, in quanto i mercati potrebbero essere costretti ad adeguare le proprie aspettative nei settori chiave.

  • Le banche centrali potrebbero essere costrette ad aumentare ulteriormente i tassi - anche dopo una pausa - prima di "fare perno" su livelli più bassi di politica monetaria.

  • In questo contesto, potrebbero emergere possibili punti di ingresso in azioni, obbligazioni high yield e materie prime.

  • Sarà inoltre necessario individuare le società con potere di determinazione dei prezzi e quelle ancorate a valutazioni e tendenze strutturali ragionevoli.

  • La reattività sarà importante sia per gli investitori che per le aziende.

  • Amundi
  • La crescita complessiva continuerà a decelerare, toccando il fondo nella seconda metà del 2023; una graduale ripresa è probabile nella prima metà del 2024.

  • La decelerazione dell'inflazione sarà graduale, soprattutto dell'inflazione di fondo.

  • La qualità prevarrà: gli investitori dovrebbero entrare nella seconda metà dell'anno con cautela e concentrarsi sulla qualità in generale. In vista del 2024, il miglioramento delle prospettive degli utili rivela l'opportunità di aggiungere asset di rischio.

  • Mercati emergenti: approfittate della crescita di azioni e obbligazioni per migliorare la diversificazione e aumentare il potenziale di rendimento a medio termine, con particolare attenzione all'Asia.
  • Carmignac
  • La tenuta delle economie e la persistenza dell'inflazione non consentiranno alle banche centrali di cambiare rotta nella seconda metà del 2023.

  • Reddito fisso: l'attrattiva risiede nei tassi nominali e reali e nelle obbligazioni societarie.

  • Azioni: si prevede che i mercati continueranno a camminare sul filo del rasoio mentre l'economia rallenta, senza cadere nel baratro, e il ritmo della disinflazione dovrebbe tenere sotto controllo i tassi e quindi i mercati azionari. I mercati stanno optando per titoli e settori difensivi, visto il rallentamento del contesto economico.
  • Federated Hermes
  • Prevediamo una seconda metà del 2023 molto vivace, in quanto prevediamo una forte ondata di crescita degli utili che stimolerà i prezzi delle azioni.

  • Quadro eterogeneo per i diversi settori: petrolio, materiali e sanità presentano un quadro di crescita degli utili più moderato, rispetto alla forte crescita prevista per tecnologia e comunicazioni.

  • Spazio pubblicitario