Spazio pubblicitario
Perché le azioni latinoamericane superano gli altri mercati?
Investimento in America Latina

Perché le azioni latinoamericane superano gli altri mercati?

Le azioni dell’America Latina si sono distinte ancora una volta a giugno, sovraperformando anche gli indici dei mercati sviluppati ed emergenti.
Imagen del autor

26 LUG, 2023

Di RankiaPro

featured
Convidivi
LinkedInLinkedIn
TwitterTwitter
MailMail

Le azioni dell'America Latina si sono nuovamente distinte a giugno, superando gli indici dei mercati sviluppati ed emergenti. L'indice MSCI Latin America (MXLA) ha registrato un rendimento del 12,1% in USD, superando l'S&P500 (+6,6%) e l'indice dei mercati emergenti (+3,8%), secondo i dati forniti da BICE Inversiones.

Tutti i Paesi latinoamericani hanno registrato rendimenti positivi in USD, guidati da Brasile (+15,9%), Colombia (+11,7%) e Perù (+11,1%), seguiti da Cile (+6,9%) e Messico (+5,8%).

L'indice MSCI Latam attualmente tratta a 9,3x P/E Fwd, che è ancora inferiore del 33% alla media quinquennale (13,8x) e del 32% all'indice dei mercati emergenti (MXEF). Il premio al rischio dell'indice MSCI Latam rispetto all'obbligazione decennale in USD (GT10) è sceso di 20 pb mese su mese al 7,3% ed è ben al di sopra della media a 5 anni (5,6%).

Secondo le principali selezioni regionali di LATAM, la banca attualmente privilegia settori come i consumi (Walmex, Cencosud, Inretail), le utilities (Enel Chile, Grupo Energía Bogotá, ISA) e i finanziari (Banco de Chile, Bancolombia, IFS).

Brasile

Nel primo trimestre di quest'anno il PIL reale brasiliano è cresciuto dell'1,9% rispetto al quarto trimestre dello scorso anno, al di sopra delle aspettative di consenso che si attestavano intorno all'1,2%. Il risultato è stato trainato da una forte performance della produzione agricola, mentre la domanda interna si è contratta per il secondo trimestre consecutivo, il che rappresenta un saldo favorevole alla disinflazione.

Cile

BICE Inversiones prevede che le autorità cilene inizieranno il ciclo di tagli del tasso di riferimento nella prossima riunione di luglio, riducendolo di 50 punti base. Pertanto, alla fine dell'anno, questo tasso si attesterà intorno all'8,0%.

Colombia

Nel mese di luglio, l'attenzione del mercato si concentrerà sull'inizio della seconda legislatura del Congresso, in cui le riforme (pensioni, sanità e lavoro) riprenderanno il loro corso, forse con alcune modifiche per ottenere il sostegno politico.

Messico

È il momento dei risultati del secondo trimestre. Le stime della società indicano una crescita operativa modesta per le società IPC. In particolare, si prevede che i ricavi e l'EBITDA possano crescere tra il 4% e il 6% su base annua.

Perù

La banca centrale del Perù ha scelto di lasciare invariato il tasso di riferimento al 7,75% per il quinto mese consecutivo. Ci aspettiamo che il tasso rimanga stabile nei prossimi mesi e prevediamo 3-4 tagli dei tassi da qui alla fine dell'anno, dato che l'inflazione continua a moderarsi.

Spazio pubblicitario