Spazio pubblicitario
Quali sono gli strumenti che aiutano a misurare la sostenibilità delle aziende?
Investimento ESG

Quali sono gli strumenti che aiutano a misurare la sostenibilità delle aziende?

Sia i consulenti che gli investitori sono tenuti a verificare che i valori della sostenibilità siano trasmessi nella pratica. Come? Grazie all’uso di diversi strumenti.
Imagen del autor

12 DIC, 2022

Di RankiaPro

featured
Convidivi
LinkedInLinkedIn
TwitterTwitter
MailMail

La crisi di Covid-19 ha fatto aumentare l'interesse per gli investimenti sostenibili, che ha portato alla nascita di una moltitudine di strumenti che ci aiutano a valutare la performance delle aziende analizzando i fattori ambientali, sociali e di governance - i cosiddetti criteri ESG

Perciò consulenti e investitori devono verificare che i valori della sostenibilità siano trasmessi nella pratica e, per farlo, si affidano all'uso di strumenti come, ad esempio, il Morningstar Sustainability Rating. Altri strumenti per la selezione di aziende sostenibili sono: Sustainalytics, MSCI ESG o ISS Ethics.

Per conoscere questo argomento meglio abbiamo chiesto a diversi gestori di fondi nazionali e internazionali, come NAO SAM, La Financière Responsable e Santander AM, che includono nella loro offerta fondi di investimento con criteri di sostenibilità, di conoscere il loro processo di analisi della sostenibilità prima di aggiungere un'azienda al loro portafoglio.

Olivier Johanet, presidente di La Financière Responsable 

Per investire in aziende impegnate nello sviluppo sostenibile, La Financière Responsable mette in atto strumenti coerenti con la sua definizione di sviluppo sostenibile.

Un'azienda persegue una politica di sviluppo sostenibile quando cerca di ottenere una crescita equilibrata a lungo termine, tenendo conto degli interessi nel tempo dei vari stakeholder (risorse umane, clienti e fornitori, partner, ambiente naturale, azionisti e fornitori di capitale, governance). Di conseguenza, stiamo adottando uno stile "Growth", che corrisponde al nostro approccio di investitori nell'economia reale.

Accompagnare le aziende nel lungo periodo richiede un'analisi approfondita dell'azienda e del suo ambiente. Logicamente, il tasso di rotazione dei nostri fondi è basso.

Innanzitutto, abbiamo un comitato macroeconomico mensile con due economisti esperti (Emmanuel Lechypre, economista di BFM, e Alberto Matellan, economista di Mapfre Inversión), che ci aiutano a decifrare le profonde tendenze di consumo delle economie. La nostra analisi delle aziende parte sempre dalla conoscenza della loro storia e dalla comprensione della loro attività, nel loro ambiente economico. 

In questo modo, ci avviciniamo alla cultura dell'azienda per comprenderne le continuità e le rotture. Questa fase è fondamentale per definire chiaramente il posizionamento strategico dell'azienda, seguendo il modello strategico generico sviluppato dal professor Michael Porter. Questa fase ci permette di comprendere i dati ambientali, sociali e di governance (ESG) non finanziari dell'azienda.

Valutiamo poi la sostenibilità finanziaria dell'azienda con lo stato patrimoniale e il conto economico.

Nel complesso, garantiamo la natura equilibrata di questa crescita, che non deve andare a scapito di uno stakeholder di lungo termine, il che sarebbe dannoso nel lungo periodo.

Disponiamo di un database di 15 anni di 145 indicatori sociali, ambientali e di governance per 206 società appartenenti ai principali indici del nostro universo geografico di investimento (Eurostoxx 50 e CAC 40, Stoxx Europe) e dei nostri portafogli. Tutti questi dati sono forniti dalle aziende e sono quindi verificabili. Questo database, noto come "Ecosocial Footprint ®", che riteniamo unico in Europa, è uno strumento estremamente prezioso per stimare la sostenibilità aziendale, che cambia nel tempo, rispetto ad aziende dello stesso settore o appartenenti allo stesso gruppo strategico.

Il nostro fondo TRF Inclusion Responsable ci ha portato a completare l'impronta Ecosociale® con un database specifico (2ID®) che valuta le diverse caratteristiche della politica di inclusione delle persone con disabilità, sulla base di 7 pilastri e 70 domande.

Questi diversi strumenti relativi alla sostenibilità delle aziende sono combinati nel metodo chiamato Gestione Integrata IVA® (Integrated Value Approach).

Pilar Lloret, Direttora Generale de NAO

Le informazioni ESG sono sempre più accessibili ai professionisti degli investimenti. Sia i terminali di rendicontazione finanziaria che alcuni depositari offrono ai loro clienti valutazioni ESG di base di diversi fornitori e alcune delle metriche ambientali, sociali e di governance più rilevanti.

Per noi di NAO è chiaro che approfondire la conoscenza delle società del nostro universo d'investimento attraverso l'analisi delle metriche ESG apporta un valore aggiunto, non solo identificando nuovi temi d'investimento con un elevato potenziale di crescita come l'efficienza energetica o il riciclaggio, ma anche comprendendo i rischi non finanziari a cui le società sono esposte e le strategie per mitigarli.

È essenziale disporre di un fornitore di dati ESG, nel nostro caso con accesso ai dati di oltre 25.000 società a livello globale. Eseguiamo un'analisi quantitativa di ogni società, ricercando le metriche chiave in base al settore in cui opera. Questo ci permette di identificarle e di conoscere la loro posizione sia in termini assoluti che in relazione alle aziende del loro settore. Ad esempio, una delle metriche chiave di un'azienda produttrice di cartone è il consumo di acqua. A questo punto sappiamo quali sono i consumi dichiarati dalle aziende e qual è la loro posizione rispetto alle aziende comparabili.

Il risultato dell'analisi è un rating dell'azienda, calcolato come media, ponderata per l'importanza assegnata a tutte le metriche disponibili.

Ma il nostro lavoro non si esaurisce con la conoscenza di questa classificazione. Oltre a conoscere la situazione attuale delle aziende, vogliamo sapere se sono consapevoli dei rischi che corrono a causa del settore in cui operano, come li affrontano e in che situazione vogliono trovarsi nel medio termine. A tal fine utilizziamo come fonte le aziende stesse, sia attraverso i loro rapporti di sostenibilità pubblicati sia attraverso la comunicazione diretta con i team ESG.

Il risultato finale è una valutazione ESG che va oltre il rating. Noi di NAO apprezziamo, più che la situazione attuale, la volontà di migliorare, gli obiettivi chiari e misurabili che vengono fissati per i prossimi anni e le aziende con un impegno inequivocabile per la sostenibilità, cioè impegnate a trovare un equilibrio tra crescita economica, benessere sociale e cura dell'ambiente.

David García Rubio, Direttore de ISR di Santander Asset Management

In Santander Asset Management creiamo soluzioni di investimento sostenibili e responsabili da oltre 20 anni e sappiamo che questi tipi di investimenti sono sempre più rilevanti tra gli investitori, che li considerano un elemento chiave nella gestione del proprio patrimonio.

Pertanto, consideriamo l'Investimento Sostenibile e Responsabile come una fonte di valore sia per i nostri processi di analisi e gestione sia per l'investitore. Nel nostro caso, la combinazione di criteri finanziari e ESG (Environmental, Social and Governance) ci permette di ottenere una maggiore conoscenza degli asset, di identificare quegli elementi che rivelano vantaggi competitivi o mettono in guardia da potenziali rischi e, infine, di prendere decisioni di investimento più consapevoli. Tutto questo ci aiuta a creare valore per l'investitore nel lungo periodo. Inoltre, consente agli investitori non solo di generare rendimenti finanziari attraverso i loro investimenti, ma anche di avere un impatto positivo sulla società e sull'ambiente.

Al fine di generare valore per l'investitore, è importante avere una struttura SRI coerente e solida, in cui l'analisi ESG implementata includa quei criteri che consideriamo realmente importanti e materiali per avere una conoscenza completa e di valore degli asset, sia aziende che Stati, in cui andiamo a investire.

Il nostro processo di investimento ISR si basa su un'analisi best-in-class che mira a ottenere una valutazione ESG di ogni asset e a metterlo in relazione con il suo settore di attività e con tutti gli asset che compongono il nostro universo di investimento. Questa analisi è integrata da altre strategie ISR, come l'analisi dell'esclusione o delle controversie, utilizzata per analizzare la partecipazione a specifiche attività o per identificare la non conformità a determinati accordi internazionali riconosciuti a livello globale.

Il modello proprietario di valutazione e analisi ESG di Santander Asset Management utilizza informazioni e dati provenienti da strumenti specializzati nel settore finanziario ed è reso possibile da Clarity AI, una piattaforma tecnologica leader nella sostenibilità e nell'impatto sociale. 

La selezione di questi strumenti è essenziale per ottenere una valutazione ottimale della performance ESG di ogni asset. Per questo chiediamo loro di aggiungere valore al nostro modello attraverso informazioni e dati coerenti, trasparenza nei processi di ottenimento di tali informazioni, ampia copertura degli asset e solidità nei processi di definizione dei contenuti e di calcolo dei dati e/o degli indicatori offerti.

Spazio pubblicitario