Spazio pubblicitario
Simona Bruson, di Raiffeisen Capital Management, è la nostra Sales Manager del Mese
Professionisti del settore

Simona Bruson, di Raiffeisen Capital Management, è la nostra Sales Manager del Mese

Nel contesto attuale fondi come il Raiffeisen Obbligazionario Sostenibile o il fondo Raiffeisen Income-ESG possono rappresentare degli strumenti adatti.
Imagen del autor

22 NOV, 2023

Di Teresa M. Blesa di RankiaPro

Convidivi
LinkedInLinkedIn
TwitterTwitter
MailMail
Simona Bruson, Senior Sales Manager per l'Italia di Raiffensein Capital

Simona Bruson ha 44 anni e da nove è Senior Sales Manager per l’Italia di Raiffeisen Capital Management. Ha fatto il suo ingresso nel team di Raiffeisen Capital Management nel 2004, per uno stage, subito dopo aver conseguito la laurea in Business Economics and Spanish, presso la London Metropolitan University.

La sua professionalità e la dedizione al lavoro sono state apprezzate sin da subito dalla società austriaca che, dopo otto mesi di stage, l’ha assunta come supporto alla vendita per poi farla crescere nel ruolo di Sales Manager nel giro di poco tempo.

Nel 2013 diventa poi Senior Sales Manager con la responsabilità di seguire e sviluppare relazioni con investitori istituzionali e canali distributivi. È inoltre responsabile dell’organizzazione di eventi della società in Italia.

Quando e perché hai iniziato la tua carriera nel settore finanziario?

La mia carriera nel settore finanziario è cominciata nel 2004, dopo aver conseguito una laurea a Londra in Business Economics and Finance. Rientrata in Italia per la pausa estiva ho incontrato il team italiano di Raiffeisen con cui sono entrata subito in sintonia ed ho accettato la loro proposta di Internship a Vienna. Dopo sei mesi di stage sono entrata a far parte della squadra, prima come client relationship manager e subito dopo proseguendo la carriera di Sales. 

La mia curiosità e poi passione per il mondo economico - finanziario è iniziata alle superiori, grazie a un professore di economia che ha reso questa materia estremamente accattivante. La decisione però di iniziare un percorso in questo ambito si è consolidata a 18 anni quando mi sono trasferita a Londra per imparare l’inglese. L’atmosfera della City, il profumo dei mercati, le aziende e le loro evoluzioni quotidiane sono state per me una calamita che mi hanno portato ad iniziare un percorso universitario proprio nel centro finanziario Londinese. 

Come si svolge una tua giornata di lavoro? Come organizzi il tuo tempo? 

Nel mio lavoro una giornata non è mai uguale all’altra. Quando attraverso l’Italia per incontrare clienti o per partecipare ad eventi, solitamente la mia giornata comincia al mattino presto: trasferimenti, lettura di mail e un’occhiata alle news prima di incontrare i clienti o di iniziare con le presentazioni in aula. 

Durante gli incontri parliamo di mercati e prodotti, ma non solo. Come Raiffeisen Capital Management oggi siamo impegnati nell’erogare formazione ai consulenti sui temi della sostenibilità, una competenza chiave per Raiffeisen, oltre che la strategia alla base del nostro processo d’investimento.

Quando invece sono in ufficio, mi dedico a diverse attività: dal follow up delle varie trasferte ed attività, ai compiti amministrativi, agli incontri di aggiornamento con colleghi e gestori. Lavoro inoltre su progetti, idee prodotto o iniziative di marketing. 

Il vantaggio di lavorare in una società di medie dimensioni come Raiffeisen Capital Management è quello di essere coinvolta in tutti gli ambiti e processi dell’attività svolta dalla società.

Come possono gli investitori proteggersi dall'inflazione?

Nell’ultimo anno e mezzo l’inflazione ha raggiunto livelli che non si vedevano da decenni. Questo ha messo a dura prova i cittadini, non solo dal punto di vista della spesa ma anche del risparmio. 

In un contesto di aumento dell’inflazione, le banche centrali sono intervenute con una politica di rialzo dei tassi incalzante che ha colpito gli investitori con rendimenti in discesa e i creditori con un costo del debito in salita. Il rapido rialzo dei tassi, tuttavia, ha decretato un ritorno delle obbligazioni, con rendimenti e opportunità che non si vedevano dal 2014.

Per difendersi dall’inflazione, dunque, l’investitore retail oggi ha diverse opzioni sulla base del suo profilo di rischio e orizzonte temporale; la combinazione di strumenti azionari e obbligazionari, tra cui fondi corporate, aggregate o High Yield, che oggi rivedono livelli di rendimento interessanti per il loro grado di rischio, possono essere delle buone soluzioni non solo per proteggersi dall’incremento dei prezzi ma anche per ambire al rendimento.  

Quanto è importante la liquidità nello scenario attuale?

La liquidità è estremamente importante, soprattutto in periodi di incertezza economica, come quello attuale, dove possono emergere interessanti opportunità di investimento. Avere liquidità a disposizione permette, infatti, di acquistare asset a buon mercato partecipando sin da subito a un’eventuale ripartenza di settori che potrebbero beneficiare della fine del ciclo di rialzo dei tassi da parte delle banche centrali. 

Quali sono i fondi che si possono adattare meglio all'attuale contesto di mercato?

Nel contesto attuale fondi come il Raiffeisen Obbligazionario Sostenibile o il fondo Raiffeisen Income-ESG possano rappresentare degli strumenti adatti per cavalcare l’attuale sconto ed elevate cedole offerti dai mercati obbligazionari. Se guardiamo oltre il mercato obbligazionario ci sono diversi settori che sono stati penalizzati e che oggi presentano basse valutazioni a fronte di grandi opportunità future. Per accedere a queste opportunità ci sono fondi come il Raiffeisen Smart Energy ESG, che investe nella transizione energetica, oppure il fondo Raiffeisen Bilanciato Sostenibile, che investe in aziende e titoli con i massimi livelli di sostenibilità, messi un po' in difficoltà dai recenti sviluppi geopolitici e finanziari, ma sicuramente con un futuro ben chiaro e delineato. 

Secondo te, quali saranno i prossimi elementi dirompenti nel settore della gestione patrimoniale? 

Nella gestione patrimoniale l’innovazione digitale è diventata un motore chiave di cambiamento, con la pandemia di COVID-19 che ha accelerato questa trasformazione. La digitalizzazione è ora considerata essenziale per adeguarsi alle mutevoli esigenze dei clienti e migliorare l'esperienza complessiva.

In questo contesto poi lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale è sempre più cruciale. Quest’ultima offre la possibilità di automatizzare molte delle attività attualmente svolte dai gestori patrimoniali e dai consulenti, come la gestione del portafoglio e l’analisi del rischio. 

C’è qualche tema su cui gli investitori dovrebbero concentrarsi nel lungo periodo?

Come Raiffeisen Capital Management, società da sempre attenta ai temi della sostenibilità, da un punto di vista ambientale, sociale, di governance ma anche come driver dell’efficienza del nostro portafoglio, riteniamo fondamentale ricercare soluzioni che incorporino strategie orientate all’analisi dei rischi ESG, per partecipare in modo attivo alle grandi sfide future.

Dal punto di vista dei nostri clienti, scegliere un approccio di investimento sostenibile significa non solo contribuire in modo attivo a un cambiamento imprescindibile per il pianeta e la società, ma anche investire in aziende, paesi e istituzioni che si stanno impegnando concretamente a livello di sostenibilità.

Quando hai tempo libero, cosa ti piace fare?

Oltre ad essere Sales Manager di Raiffeisen Capital Management sono mamma di tre bambini che adoro e che occupano gran parte del mio tempo libero. Naturalmente cerco sempre di non trascurare me stessa: solitamente nella pausa pranzo mi dedico allo sport; adoro correre, andare in palestra e praticare yoga per scaricare l’adrenalina che accompagna le mie giornate. Amo viaggiare e scoprire nuovi luoghi, la valigia è sempre pronta, per trasferte professionali ma anche per week end veloci o viaggi alla scoperta di nuovi luoghi e paesi.

Spazio pubblicitario
Spazio pubblicitario
Spazio pubblicitario